Un appello per GAZA

08/08/2022

Un comunicato e appello urgente per Gaza che ci arriva da Neve Shalom Wahat al Salam. Vi chiediamo di aiutarci a diffonderlo e, per chi può, l’invio di un contributo. Conosciamo di persona anche noi il dr Raid, residente del Villaggio impegnato da anni in Medici per i diritti umani - Israele, e possiamo garantire che le donazioni andranno a buon fine. Grazie fin d’ora. Come Associazione Italiana, non possiamo che unirci alla richiesta di una cessazione degli attacchi, di tutte le forme di violenza, e all’appello per una pace vera, concreta.

 

Cari amici,

il nostro cuore va ad Abir Elzowidi, direttrice dell’Associazione Americana, American Friends of Neve Shalom - Wahat al-Salam, per la perdita di suo cugino a Gaza. Nur Elzowidi, 21 anni, è stato una delle vittime della campagna militare di Israele a Gaza. Siamo profondamente addolorati per questa morte non necessaria e porgiamo le nostre più sentite condoglianze alla sua famiglia negli Stati Uniti e a Gaza.

 

Fermate gli attacchi a Gaza!

Noi del villaggio di Wahat al-Salam / Neve Shalom chiediamo la fine degli attacchi di Israele a Gaza. Quello appena concluso è stato il quinto negli ultimi anni. Condanniamo ogni azione militare omicida contro i civili. I palestinesi e gli israeliani di tutto il mondo meritano di vivere in sicurezza, senza sofferenze e lutti inutili. Abbiamo tutti bisogno di una pace reale che permetta a entrambi i popoli di godere di benessere e libertà. Le operazioni militari non hanno mai favorito il senso di sicurezza di nessuno. Bambini, donne e anziani innocenti sono tra coloro che pagano un caro prezzo per l’aggressione.

Dal nostro Villaggio sentiamo i boati e le esplosioni degli attacchi missilistici e vediamo gli aerei da guerra che si dirigono verso i luoghi di bombardamento a Gaza. La televisione e i social media ci portano le immagini dei morti e dei feriti, dei funerali, della distruzione di case e interi quartieri. I nostri cuori sono stretti da tutta questa sofferenza e condividiamo l’ansia, la paura e la profonda preoccupazione degli abitanti di Gaza.

 

Aiutateci a raccogliere fondi per gli ospedali di Gaza

L’ultima campagna militare si è conclusa con decine di morti e centinaia di feriti. Il sistema sanitario di Gaza, già indebolito da una lunga carenza di farmaci, medicinali e forniture di laboratorio, da gravi restrizioni di movimento, da una crisi energetica cronica e dal peggioramento della situazione economica, sta lottando per far fronte alle nuove pesanti richieste cui è sottoposto. Stiamo quindi avviando una campagna urgente per raccogliere fondi al fine di inviare nuove forniture e attrezzature agli ospedali di Gaza.

Come in passato, ci assicureremo che il 100% di tutte le donazioni raggiunga l’obiettivo. Tutti gli acquisti di forniture e attrezzature mediche saranno effettuati in base alle reali necessità e supervisionati da professionisti del settore medico. Le forniture e le attrezzature saranno acquistate localmente o in Cisgiordania prima di essere trasportate negli ospedali e nelle cliniche di Gaza.

La consegna sarà effettuata dal dottor Raid Haj Yehia, residente del Villaggio, che, come volontario di Physicians for Human Rights (Medici per i diritti umani), si reca regolarmente a Gaza per prestare cure e consegnare materiale medico.

 

Per donare: https://www.wasns.org/donate - Indicare nella causale: “Campaign for Gaza hospitals”

Le donazioni possono essere effettuate anche tramite Paypal (“Make a one-time donation to Wahat al-Salam via Paypal”) o tramite bonifico bancario alla nostra Associazione, specificando nella causale “Campagna per Gaza”:

IBAN: IT46X0306909606100000120867

 

< Torna all'elenco progetti